Kenny Omega vuole aumentare i telespettatori

Kenny Omega è stato recentemente intervistato da Dave Meltzer e Garrett Gonzales dello show radiofonico del Wrestling Observer. E’ stata una lunga intervista che ha toccato vari temi e su questo articolo ci concentreremo solo su alcuni di quelli.

Eccovi alcuni estratti:

Kenny Omega spiega come è combattere al Daily’s Place durante il caldo afoso:

“In passato, i fan hanno avuto modo di vedere le nostre più grandi performance mentre combattevamo nel migliore delle condizioni dentro un’arena con l’aria condizionata e con oltre 10mila spettatori. Ora, invece, combattiamo in questa location all’aperto. Nessuno che guarda i nostri show capisce che gli atleti hanno a che fare con il caldo che talvolta può anche raggiungere i 40 gradi centigradi. E’ umido, molto umido. Il tappeto del ring è scivoloso. Il ring in se è abbastanza teso e rigido, sensazioni a cui non sono abituato. Io sono più abituato con il ring della New Japan dove sembra che tu stia correndo sulle sabbie mobili. Sono serio quando vi dico che questo ambiente e il più distruttivo con cui abbia avuto mai a che fare. Certo, è vero che uno magari ci passa meno tempo sul ring della AEW. Ora come ora combatto per 15-20 minuti invece di 30-40 ma queste performance mi stanno distruggendo ugualmente. Dopo quel match che ho avuto con Hangman, match che volevo fosse molto fisico e anche abbastanza diverso da quello che faccio di solito, insomma un match col botto, sono andato nel backstage con lo stesso affaticamento del match di oltre un’ora con Okada, nel “2 out of 3 Falls”. Ero stremato e surriscaldato. Mi ricordo che mi sono messo degli impacchi di ghiaccio sul collo per raffreddarmi. Sono stato li seduto per due ore che aspettavo che la mia temperatura corporea tornasse alla normalità. Sono condizioni pericolose, ma ce la stiamo mettendo tutta. Nelle ultime settimane stiamo invece assistendo all’opposto, dove entriamo nel ring che fa un freddo cane. Se non sei preparato, ti vengono i brividi per via del vento gelido. E’ un’esperienza del tutto nuova a cui non sono abituato. Chi guarda da casa non può capire queste condizioni, vogliono solo vedere lo spettacolo più bello di sempre.”

Kenny Omega spiega come la AEW può aumentare gli spettatori:

“Credo che sperimentare non faccia mai del male. Se noi volessimo solo mettere su dei grandi match con il roster che abbiamo settimana dopo settimana, finiremmo col competere solamente con quella fanbase hardcore che già abbiamo. Sarebbe un fiore all’occhiello avere ancor più fan di quelli che già ci seguono, ma sappiamo di giocare sempre per quel milione di spettatori, Avere un milione di telespettatori vuol dire essere consapevoli che comunque molti di quelli fanno avanti e indietro tra Dynamite e NXT, due grandi prodotti con uno stile molto simile. Entrambi gli show hanno un roster solido. Cosa vogliono guardare gli spettatori? Probabilmente pensano “Questo match sarà interessante, poi cambiamo canale e vediamo che succede nell’altro show.” Noi abbiamo spettatori che fanno cosi ed è bello sapere che supportano tutto che vogliono solamente guardare del buon wrestling. Ma rimane sempre nella cerchia di quel milione di spettatori. Ora, se riusciamo ad oltrepassare quel limite del milione, allora vuol dire che abbiamo saputo attrarre dei nuovi sostenitori, alcuni che rimarranno casuali, altri che finiranno per prendere posizione e seuigrne uno solo. Penso che superare il milione sia fattibile e solo allora vorrà dire che abbiamo vinto un’ipotetica battaglia che significhi veramente qualcosa. Non mi piace pensare di essere in competizione con qualcuno, non la penso cosi. Penso però di essere in competizione con noi stessi perché se non riusciamo a preservare quella fanbase che ha deciso di guardare il wrestling il mercoledì, allora vuol dire che non ci siamo sforzati abbastanza perché abbiamo l’abilità di creare i migliori match in qualsiasi periodo dell’anno. Credo che possiamo fare ancora di più e attrarre nuovi spettatori, che sia tramite l’aspetto entertainment del wrestling o tramite qualcuno che non abbiamo ancora nel nostro roster. Non so la formula, ma so che dobbiamo sperimentare di più e solo il tempo ce lo dirà perche stiamo già sperimentando varie cose. Che funzioni o no, non lo saprai finché non ci provi. La miglior cosa che possa accadere è che funzioni, la peggiore sono quei 100-200mila fan che continueranno a fare avanti e indietro col telecomando. Quello che non dobbiamo fare è prestare troppa attenzione a questa costante battaglia limitata solo a quel milione di spettatori.”

Fonte: Wrestlinlingnews.co

AllEliteRob