Kingston e la differenza tra AEW e concorrenza

Eddie Kingston è stato recentemente ospite dello show radiofonico Busted Open Radio e ha avuto modo di dire la sua riguardo quello che lui considera la più grande differenza tra la AEW e la concorrenza. Kingston ha anche parlato del duro lavoro che ha dovuto fare per arrivare dov’è ora, in AEW. Ecco ciò che ha detto:

“Molti di noi sono disposti a rischiare la vita per questo sport/intrattenimento. Ci piace un sacco. Credimi, se l’avessi fatto solo per i soldi, la mia carriera sarebbe stata lunga solo un anno e mezzo. Avevo un buon lavoro dove guadagnavo 45-50 dollari l’ora e sarei potuto rimanere lì, eppure no, il wrestling mi piaceva di più. Posso dire che questa sia la più grande differenza tra noi e la concorrenza, noi siamo cresciuti amando il wrestling. Al Performance Center della wwE hai dei novellini che non sanno niente di wrestling e della sua storia. Si permettono di parlare con uno che milita nel business da oltre 20 anni e dicono subito che amano il pro wrestling alla follia e io penso “Ma non raccontare cazzate! Ti piacerebbe il wrestling se dovessi viaggiare in macchina per 18 ore giusto per combattere un paio di minuti, guadagnare solo 15 dollari e guidare altre 18 ore per tornare a casa e ripetere il tutto il giorno dopo o la settimana successiva? No, quindi non venirmi a dire che ami il wrestling quando sei solo alle prime armi. E’ una sfacchinata ma è facile dire che ti piace quando viene pagato profumatamente per praticare lo sport. Vediamo cosa succede quando non vieni pagato abbastanza e sei ridotto a mangiare Ramen e burro di arachidi e magari essere fortunato durante la settimana quando ti puoi permettere di comprare della carne. I ragazzi al Performance Center non lo capiscono questo aspetto. Ecco perché mi piace un sacco la AEW, perché molte di queste persone hanno dovuto sforzarsi e lavorare sodo per arrivare dove sono ora. Devi lavorare sodo nella vita per andare avanti. Senza lo sforzo e sacrificio, non c’è progresso. “

AllEliteRob