Mark Henry a tutto tondo

Durante l’ultimo episodio dello show radiofonico “Busted Open Radio”, Mark Henry si è sbilanciato riguardo gli hater che criticano la AEW e il fatto che la federazione continui ad assumere personale ex-wwE. Henry ha detto che la compagnia di Jacksonville ha messo sotto contratto persone come lui, Paul Wight e Christian Cage perché la AEW è ancora una compagnia nuova. Ecco ciò che ha detto a riguardo:

“Cari hater, riflettete. La AEW non è un prodotto rotto quindi non ha bisogno di essere riparata. Loro stanno già avendo un sacco di successo. Il nostro lavoro, e lo dico perché ora lavoro per loro, è di apportare delle migliorie laddove ce ne sia bisogno. Vi faccio un esempio: un chitarrista sa quando la sua chitarra ha bisogno di essere accordata, così può emettere il giusto suono, un pianista sa quando un tasto del pianoforte deve essere ricalibrato. La AEW ha bisogno proprio di questo, di quelle piccole cose che ne continuano a garantire un prodotto di qualità, cosa che stanno già facendo. Guarda il grande lavoro che stanno facendo con Omega, i Bucks, Cody e Sammy Guevara.

Mark Henry si è già fatto sentire riguardo questi piccoli accorgimenti che vuole implementare per migliorare il prodotto AEW. Uno su tutti è l’eliminare la ripetitività tra un match e l’altro. Ecco ciò che ha detto a riguardo durante la sua apparizione nel podcast di Renee Paquette.

“Una cosa che non voglio vedere è un match che sia la copia del match precedente. Vorrei che il roster osservasse il match precedente a quello che loro devono disputare così da non ripetere mosse che sono state già fatte. Non è proprio una bella cosa quando c’è un incontro dove un lottatore fa una Tope e il match successivo ne ha due di Tope e il match successivo ancora ne ha 3. E’ una cosa che davvero non gradisco. Fate qualcos’altro, non eseguite le stesse mosse. Prendi i Bucks per esempio, a me piace quando loro eseguono le loro Superkick. Perché ci sono tre match nella card dove qualcuno esegue una superkick prima di loro? Se fosse per me, io mi ci arrabbierei.”

Mark si è ripromesso di migliorare questo aspetto e data la sua vasta esperienza, saprà sicuramente cosa fare affinché la AEW continui ad essere un prodotto di qualità.