L'eredità di Malakai Black

Durante uno degli ultimi episodi del Talk is Jericho, Malakai Black ha parlato dell’obiettivo che vuole raggiungere a fine carriera, ossia lasciare il segno per le nuove generazioni di wrestler.

Ecco ciò che ha detto ai microfoni di Chris Jericho:

“La cosa bella di essere in AEW è che lo spogliatoio è un ambiente veramente fantastico, pieno di giovani promesse. Mi piace che alcuni wrestler mi consultino per un feedback, e mi fa piacere essere disponibile perché a 36 anni suonati posso solo sperare di durarne altri 15, ma quella garanzia non ce l’hai in questo business. Basta veramente poco, magari tra un 5 o 6 anni, la mia schiena o le mie ginocchia saranno danneggiate seriamente.

Voglio essere sicuro che una volta appesi gli stivali al chiodo, la gente userà la mia carriera come oggetto di studio, ma voglio anche essere li per quella nuova generazione di wrestler che tra un paio di anni erediteranno questo business e voglio sentir loro dire “Ho imparato questo e quello da Malaki” e che li ho aiutati a migliorare. Voglio aiutare le nuove promesse ad eccellere.”

Black ha fatto il suo debutto in-ring nella scorsa puntata di Dynamite, l’Homecoming di Jacksonville. Nella puntata, lui si è scontrato con Cody Rhodes e lo ha battuto in maniera abbastanza convincente. Dopo la sconfitta, Cody sembrava quasi volesse annunciare il suo ritiro quando, all’improvviso, Black lo ha attaccato di nuovo.

AllEliteRob