Konnan svela alcuni dietro le quinte

Durante l’ultimo episodio del suo “Keeping it 100”, Konnan ha avuto modo di parlare riguardo l’argomento EVP della AEW e del loro potere attuale comparato a quello che avevano quando fu creata la federazione. Il fondatore della AEW infatti ha precedentemente dichiarato che aveva preso le redini delle sceneggiature di Dynamite alla fine del 2019 dopo un segmento ampiamente criticato che aveva coinvolto gli Young Bucks e il Dark Order.

Nel podcast era stato chiesto a Konnan: “Qual è la gerarchia creativa in AEW tra Tony, Kenny, Cody e i Bucks? Che tipo di influenza hanno secondo te?”

“Guarda, ti dirò, Chris Jericho ha pieno controllo del suo creative. Voglio dire, cosa gli vai a dire a uno come Chris Jericho? Si vede che lui scrive i suoi promo e produce i suoi segmenti perché lui è li a dare ordini. Lui sa cosa fare ed è una mossa intelligente. Fategli fare quello che vuole e so che quando lui dirà “Voglio fare questo” , Tony dira’ “Va bene”.

“Un’altra cosa che ho notato è che bene o male gli EVP hanno lo stesso potere che ha Jericho. Non proprio al suo livello, ma quasi e con tutti gli anni che si è fatto in WWE, Jericho se l’è meritato quel controllo creativo. Gli altri ragazzi non hanno quel tipo di esperienza. Questo è quello che penso perché una volta ero li a parlare con Tony dell’Exploding Barbed Wire Match e non lo voleva far vedere ma si vedeva che era abbastanza arrabbiato a riguardo. Lui è un fanboy e ci va pazzo per quel genere di cose. Non se lo voleva assolutamente perdere e sapeva che neanche i fan non se lo volevano perdere. Sapeva che sarebbe stato qualcosa di diverso, qualcosa mai visto prima e lui era li che mi diceva “Ho fatto tutto quello che dovevo fare. Quell’unica cosa che ho deciso di delegare ad un’altra persona era il finale ed il finale è andato a puttane.”

“Si vedeva che lui era arrabbiato perché non ha preso parte nella pianificazione del finale del match. Queste son cose che succedono anche a me. Tipo, io odio quando in AAA dico a qualcuno di fare qualcosa e questa cosa poi non viene eseguita nel verso giusto, ma non è che devi stare li a dare la colpa a chi non ha fatto bene il suo lavoro. Devi saper prenderti la responsabilità’ di aver commesso tu l’errore e non chi lo ha eseguito per te. Stessa cosa in AEW, dove ci sono tutti questi EVP che hanno abusato del loro potere per assumere chi volevano loro e facevano il bello e il cattivo esempio e quindi non mi sorprende che Tony si sia stancato e abbia detto “Questo e’ troppo. Ora lo prendo io il controllo”

“L’altro giorno ho sentito Tony parlare per la prima volta del nostro podcast ed era un po’ arrabbiato a riguardo perché diceva che noi buttiamo merda su come lui faccia il booker. Tony ha detto qualcosa tipo “Konnan deve ringraziare me per aver permesso una certa storyline degli Young Bucks in AAA.” ed io ho pensato “Senti caro, quella roba l’ho scritta io, mica tu.” Ora non voglio perdere tempo a battibeccare su queste cose, forse ti sei confuso e va bene. Recentemente mi ha mandato una storyline veramente fatta bene e ha chiesto la mia opinione e gli ho detto che mi piace e lui ha risposto “Perfetto, ci lavoreremo insieme.” Credo che ora lui si senta più a suo agio ad avere più controllo perché lui sa cosa e’ meglio per il business invece di altre persone che sono li solo per interessi personali. Cosi la vedo io.”

Fonte: WrestlingNews

AllEliteRob