"La AEW sa come creare nuove Star"

Nel podcast di qualche giorno fà “Wrestling with Freddie”, Freddie Prinze Jr. (ex booker WWE) ha avuto come ospite il wrestler AEW, Chris Jericho.

Prinze Jr., parlando con Le Champion, ha affrontato il tema del booking team WWE e di come si sia dovuto spesso scontrare contro molti muri ogni volta che doveva proporre e condividere le sue idee. Ha inoltre raccontato un interessante aneddoto di quel periodo a cui Chris Jericho ha risposto facendo un paragone con la AEW.

“Quando mi sedevo al tavolo dei booker per proporre idee, andavo spesso a sbattere contro i muri”, ha spiegato Prinze Jr. . “Poi tu (Chris Jericho) e io abbiamo avuto una conversazione a riguardo, che forse ricorderai.”

Era un periodo in cui stavo avendo difficoltà a lanciare alcuni dei ragazzi fisicamente più piccoli, te ne parlai e tu mi hai sorriso, come se ti ricordassi qualcosa che avevi vissuto in passato, quindi ti fissavo chiedendomi. “Cosa vuole dirmi?” Dopo qualche secondo hai detto “Freddie, è il figlio di suo padre.”

All’ epoca non capivo il significato di quella tua esclamazione, io sono cresciuto senza un padre, quindi non mi era ben chiaro cosa intendessi. Con molta schiettezza allora mi hai spiegato, “Il padre di Vince amava i ragazzi grossi ed essendo lui suo figlio, vedrà sempre che i big man devono annientare quelli più piccoli di loro, non importa quante prove gli mostri del contrario, perché suo padre gli ha insegnato che funziona così.”

Freddie ha anche detto che dopo il colloquio con Jericho ha effettivamente cambiato il modo di proporre gli atleti più “leggeri” e che quel cambiamento alla fine ha portato al push di Kofi Kingston, e anche al successo di Jeff Hardy, che ha vinto il WWE Championship.

Chris Jericho ha risposto a Prinze Jr. affermando che la WWE non sa come costruire nuove stelle, e lo ha capito bene quando si è unito alla AEW.

“Ho lavorato lì dentro per quasi vent’anni, mi è piaciuto lavorare per la WWE, ma un problema che hanno ancora oggi è che non stanno costruendo nuove stelle, e si può vedere se si guarda lo show,” Jericho ha dichiarato. “Hanno davvero un problema in questo, e non so il perché, comunque a me non importa quello che fanno.”

Dal primo giorno che sono entrato in AEW, ho capito che avremmo dovuto creare nuove star per il pubblico televisivo; io ero il volto della compagnia e unico performer che il pubblico nazionale conosceva bene, oltre a Jim Ross, ma comunque unico atleta che calcava il ring.“

Forse il pubblico conosceva o ricordava Cody, ma non ne eravamo sicuri. Kenny e i Bucks erano atleti più famosi nel circuito indipendente, o popolari in altri paesi.

Quindi abbiamo capito che avevamo bisogno di creare nuove stelle il più velocemente possibile. Cody sarebbe dovuto essere uno di loro. Kenny Omega un altro.

Poi abbiamo iniziato con gli show, e se vai a vedere i miei primi feud, il terzo che ebbi in AEW fù contro Darby Allin, e anche Jungle Boy lo affrontai sempre in quel periodo. Poi Jon Moxley, che ha dovuto essere riabilitato quando è arrivato dalla sua esperienza in WWE.

Mox non era questo Mox quando è arrivato. Era ancora Dean Ambrose, il tipo un pò scemo che non faceva ridere, questo era agli occhi del pubblico dopo tutto quello schifo che gli hanno fatto fare. Abbiamo dovuto trasformare anche lui in una stella.”

La AEW sa perfettamente come creare nuove STAR!”

Thiago “The Violent Gentleman”