Retroscena sul debutto di Malakai Black

La star AEW, Malakai Black è stata intervistata su “Rasslin con Brandon F. Walker” per parlare, tra le altre cose, del suo debutto in AEW lo scorso luglio, dove ha attaccato Cody Rhodes durante Dynamite. A Malakai Black è stato chiesto se fosse nervoso prima del suo debutto in AEW e Malakai lo ha confermato spiegando anche i motivi.

“Sì”, ero molto nervoso. “Devi capire che sono stato messo in panchina per otto, nove mesi quando ero sotto contratto con la WWE. Stavo cavalcando un onda, poi hanno deciso di bloccare tutto. Mi è infine arrivata questa nuova opportunità, stavano uscendo dei nuovi video, ed ero molto emozionato, perché ero stato a elaborare questa idea per mesi e stava finalmente per concretizzarsi, ma in realtà è arrivato il licenziamento.”

“Ovviamente, tutto si è dovuto adattare al nuovo debutto. Così ho portato la mia idea a Tony Khan e ho avuto solo due giorni per presentargliela, perché legalmente non potevo farlo fino alla scadenza del mio contratto. Ho quindi spiegato tutto a Tony ed era super eccitato”

“Il giorno del mio debutto sono stato seduto tutto il giorno in hotel. Nessuno sapeva che fossi lì, solo tre persone lo sapevano. Quindi è stato emozionante, ma anche snervante. Poi è arrivato il momento e ricordo che stavo camminando da solo e mi domandavo se sapessi ancora come tirare il mio calcio rotante. In quei secondi al buio, ti senti davvero il cuore che ti batte in gola per via dell’adrenalina.

“Non avevo neppure visto com’era fatta l’arena, quindi letteralmente sono uscito al buio in un posto che non conoscevo. Non sapevo della rampa, non avevo idea di dove dovessi andare. Potete immaginare quanto sia stato frustrante, ma in maniera positiva, perché in quel momento mi sono sentito davvero vivo.”

Malakai Black al momento è in AEW da circa sei mesi e di recente si è riunito al suo tag team partner Brody King come membro della House of Black. Non c’è dubbio quindi, che per Black entrare in All Elite sia stata la mossa migliore per la sua carriera.

“Al 100%, ne sono convinto al 100%,” Black ha detto. “Perché è l’unico posto dove posso sfruttare tutti gli anni di esperienza maturati nelle federazioni indipendenti come Tommy End e tutti gli anni in WWE come Aleister, prendere tutte le cose buone che ho fatto e utilizzarle per questo nuovo personaggio (Malakai). 

Molte cose che sto facendo adesso le facevo anche prima come Aleister Black, in quanto doveva essere un personaggio heel.”
“Doveva essere un cattivo ragazzo, ma poi abbiamo ribaltato il copione. Ho imparato molto da questo, e ho imparato molto dal mio precedente impegno nelle indipendenti. Mi ha permesso di creare questa personalità, questa parte di me, che mi sento a mio agio nel mostrare al mondo. L’AEW per me è la realtà migliore in cui vederla prosperare”

Thiago “The Violent Gentleman”