Bryan Danielson gelosi di Jade Cargill

Jade Cargill è una delle stelle più brillanti del roster AEW, ed ha un curriculum di solo 29 incontri disputati in carriera; sta migliorando ogni settimana, ha un sacco di potenziale e si è guadagnata l’elogio del suo collega e mentore Bryan Danielson.


Durante una recente chiacchierata ai microfoni del “The Masked Man Show”, Danielson ha esposto la sua ammirazione per Jade e confessato di essere geloso del suo talento.

“Se devo dare un giudizio sul poco tempo in cui ho lavorato assieme a lei posso dire che si impegna davvero molto seriamente. Lei…non conosco le parole giuste per dirlo. Posso dire che sono geloso? Nel senso, ha cominciato a lavorare in questo mondo da 10, forse 11 mesi e si presenta con un carisma incredibile, molto più di chiunque altro io abbia mai visto nella mia carriera.” ha spiegato l’American Dragon.

L’ex campione WWE ha continuato a lodare Jade e ha dichiarato di ammirare la sua etica del lavoro e l’atteggiamento che possiede. 

“Quando ho lavorato con lei ho notato quanto sia incredibilmente atletica e forte; quando è il momento di lavorare, lavora, non si tira indietro e questo nonostante stia ricevendo un grande push, cosa che per molti è il completamento di un lavoro ben eseguito fino a quel momento, beh lei non è così, lei cerca continuamente di migliorare.”

In una recente intervista con Fightful, Jade Cargill ha detto la sua in merito all’allenamento che ha avuto con Danielson. 

“Ho lavorato con Bryan Danielson. Sono quì da appena dieci mesi, e sto lavorando con delle leggende”, ha detto. “Le sarò per sempre grata, sono onorata, sto diventando pazza nel lavorare per queste persone che vengono da me con tanta riconoscenza e contribuiscono così tanto a far crescere la comunità del wrestling.”

Durante un’apparizione allo show YouTubeWrestling With The Week” lo scorso Maggio, Cargill aveva rivelato di aver rifiutato l’offerta di unirsi al territorio di sviluppo WWE dopo un provino più che positivo presso il Performance Center

“Mi hanno inviato il contratto, volevano che facessi parte del loro territorio di sviluppo, ma poi è arrivata la All Elite. Sono venuta qui, ho fatto la mia esperienza e mi sono sentita bene”, ha ricordato Cargill durante una recente edizione di Talk Is Jericho. “Mi hanno fatto sentire a mio agio in merito alla decisione che volevo prendere. Non ho dovuto trasferirmi, mi sono sentita come a casa. Potevo chiamare il proprietario della nostra compagnia, (Tony Khan) parlargli, e lui sapeva il mio nome; conosceva il mio scopo, sapeva quello che volevo ottenere, e questo era importante per me. Non ero solo un numero. Sapeva esattamente chi fossi, e questo mi ha fatto sentire a mio agio”.

Thiago “The Violent Gentleman”