"Abbiamo chiesto a TK questo Match

Da tempo Dax e Cash vorrebbero lottare uno contro l’altro, ma quello che avrebbero voluto per loro non è un semplice match, ma un’occasione speciale in cui affrontarsi.

E’ dunque propizio il torneo dedicato a Owen Hart che, come spiega Dax, “Owen fa parte di una famiglia a cui siamo legati entrambi, a cui dobbiamo molto, quindi lottare all’interno di questo contesto è l’ideale per noi. Non volevamo un match tanto per farne uno, volevamo qualcosa di speciale.”

Stando alle parole che i due hanno usato in una recente apparizione al Wrestling Prospective Podcast, i due hanno detto di aver fatto espressa richiesta a Tony Khan per avere questo incontro.

Cash ha espresso un pensiero molto forte: “Per me Dax è il miglior lottatore al mondo e lottare contro di lui sarà un momento importante anche per la mia crescita. Non voglio fare chissà quanto come lottatore singolo, quindi vorrei che i match fossero tutte delle piccole pietre miliari del mio percorso.”

Entrambi concordano nel dire che l’occasione è importante e che avere a che fare sul ring, anche solo per provare alcune cose, li ha resi ancor più desiderosi di presentare il match al pubblico.

Recentemente diventati campioni di coppia della ROH e già da qualche mese titolari degli allori della AAA, i due si stanno come sganciando dalle dinamiche della loro stable, il Pinnacle, impegnato a sistemare i propri affari nella faida tra MJF e Wardlow. Gli FTR stanno vivendo un momento molto intenso della loro carriera e sono anche corteggiati da quella wwE che non aveva capito il loro vero potenziale e che li aveva probabilmente premiati con un buon numero di cinture per la pessima gestione della categoria tag team, categoria su cui non punta da una vita intera.

In merito a questo interessamento, i due hanno parlato chiaramente nel loro intervento al podcast di Renee Paquette e hanno dichiarato: “Abbiamo detto a Tony Khan che non ci metteremo mai a un tavolo per negoziare un contratto finché quello che abbiamo oggi non sarà concluso. Rispetteremo quello per cui abbiamo apposto i nostri nomi. Sapevamo che in wwE ci sarebbe stato un limite alla nostra crescita perché è un luogo in cui i Tag Team non vengono valorizzati, ma è comunque lusinghiero sapere che c’è ancora interesse per noi. Vogliamo dimostrare di essere il miglior tag team di tutti i tempi e lavoreremo sodo per questo.”

Stefano