Kingston parla del suo match a stipulazione

La rivalità tra Chris Jericho ed Eddie Kingston ha visto i due battibeccarsi per gran parte del 2022. Dall’ “Anarchy In The Arena” al “Blood & Guts” fino a quello che potrebbe essere il culmine di una lunga e accesa faida.

Nella prossima puntata di Dynamite, i due si scontreranno in quello che potrebbe essere il capitolo più violento della loro faida in un Barbed Wire Everywhere Death Match.

Parlandone con Scott Fishman di TV Insider, Kingston ha avuto modo di dire la sua riguardo il fatto che la “Shark Week” è stata in qualche modo associata a questo suo match.

La Shark Week è un evento annuale prodotto da Discovery che mira a riempire i vari palinsesti dei canali televisivi di loro proprietà con programmi a tema Squalo. L’idea era inizialmente partita come una campagna per la preservazione degli squali e per educare il pubblico riguardo stereotipi e connotati negativi che vengono associati a questi animali.

A Eddie però non frega gran che di squali o del fatto che i membri della Jericho Appreciation Society saranno messi dentro una gabbia sospesi sopra il ring. A Eddie frega solo il fatto che avrà modo di scontrarsi con Jericho e se allo stesso tempo il match riesce a sposare quello che la compagnia deve fare e promuovere, secondo lui è grasso che cola. Ecco le parole del Mad King a riguardo:

 Non me ne frega un cazzo della Shark Week. A me interessa solo picchiare Jericho e se la compagnia deve fare quello che deve fare per avere….qual’è la parola?…sinergia con i suoi partner, allora ben venga. Non mi importa se è una gabbia per squali o per cani. Voglio solo scontrarmi con Jericho e buttarlo nel filo spinato.

Il nome del match non lascia spazio all’immaginazione ed Eddie Kingston dice che vorrebbe avere filo spinato ovunque cosi da fare quanto più male possibile a Chris Jericho.

 Immagina una ragnatela fatta di filo spinato. Mi piacerebbe avere le corde del ring avvolte col filo spinato. Se fosse per me, il match avrebbe molti più oggetti contundenti avvolti con cui far danni a Chris; mah si, mettiamo del filo spinato intorno alla campanella; mettiamo del filo spinato intorno al microfono, intorno ad una mazza da baseball. Qualsiasi cosa che potrebbe fargli del male, mi andrebbe a genio.

Il giornalista ha concluso chiedendo a Kingston se secondo lui ci sono troppi gimmick match in AEW. 

 A me non piace chiamarli gimmick match. A me piace chiamarli incontri. Questo è un incontro e a me piace combattere. Non m’interessa se c’è un intero show fatto di gimmick match . Se alle persone piace, hanno un motivo razionale per cui essere interessati e c’è un litigio vero di mezzo, facciamolo. L’unica cosa che non bisogna fare è mettere due persone a random in questo tipo di incontri.

AllEliteRob